Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Rosso
Liedholm

Barbera d'Asti DOCG 2016

Condividi
Sensi
Sapore
Intensamente vinoso e continuo
Colore
Rosso granato
Affinamento
18 mesi in botti di legno
17,90 €
Dettagli
Cantina
Liedholm
Sapore
Intensamente vinoso e continuo
Annata
2016
Colore
Rosso granato
Denominazione
Barbera d'Asti DOCG
Vitigni
Barbera
Affinamento
18 mesi in botti di legno
Potenzialità di invecchiamento
31 dic 2026
Alcol
15% VOL
Uvaggio
100% Barbera
Formato
0,75 l
Regione
Piemonte
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo in famiglia, Un pranzo all’aperto, Una cena tra amici, Una cena romantica, Una cena in relax, Serata in giardino tra amici
Temperatura
16-18° C
Decantazione
1h
Calice
VINI ROSSI MATURI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Carne
Selvaggina
Sensazioni
Di un colore rosso granato intenso vivo. Profumo intensamente vinoso e continuo. Di corpo e carattere, franco. Abbinamenti perfetto con carni rosse alla griglia o con salse brune, da provare anche con cacciagione volatile.
Curiosità
Riconosciuto come DOC dal 1970, la denominazione di origine controllata e garantita “Barbera d’Asti” è stata istituita nel 2008 ed è riservata ai vini rossi delle seguenti tipologie: “Barbera d’Asti” e “Barbera d’Asti” superiore. La zona di produzione si trova nelle province di Asti e Alessandria. Vitigno a bacca nera quasi certamente originario del Monferrato è il più coltivato nella regione e ne rappresenta circa il 30% del vigneto piemontese. Le origini di questo vitigno sono antichissime, arriviamo addirittura al Medioevo, ma i primi documenti che ne danno testimonianza risalgono solamente a qualche secolo fa. Infatti, la prima traccia formale del Barbera si trova in un documento del XVII secolo conservato nel Municipio di Nizza Monferrato. Mentre se ne fa menzione ufficiale solo nel 1798, alla stesura della prima ampelografia dei vitigni coltivati sul territorio piemontese compiuta dal conte Nuvolose, vicedirettore della Società Agraria di Torino. “Vino possente, sempre piuttosto severo, ma ricco d’un profumo squisito, e d’un sapore che alla forza accoppia la finezza”, il Barbera, o meglio la Barbera secondo la tradizione piemontese, è uno dei vini più noti e apprezzati in tutta Italia per la generosità del carattere alcolico. A maturazione medio-tardiva, si raccoglie tra fine settembre e metà ottobre ed è vinificato per lo più in purezza ma è versatile e consente di ottenere vini molto differenziati in grado di garantire ottime evoluzioni nel tempo. Il suo primo cantore poetico fu Giosuè Carducci che scrisse di “Generosa Barbera” capace di far sentire forte chi se la beve. Più di recente, Cesare Pavese scrisse di questo vino in una delle sue lettere definendolo “… leggendario”.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account