Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Rosso
Guidi

Chianti Classico DOCG 2018

Condividi
Sensi
Sapore
Profumo intenso, pieno, concentrato, con noite di sottobosco e sentori di spezie
Colore
Rosso rubino
Affinamento
Botti grandi di rovere e cemento per un anno
Veronelli
88/100
12,50 €
Dettagli
Cantina
Guidi
Sapore
Profumo intenso, pieno, concentrato, con noite di sottobosco e sentori di spezie
Annata
2018
Colore
Rosso rubino
Denominazione
Chianti Classico DOCG
Vitigni
Malvasia Nera, Merlot, Sangiovese
Affinamento
Botti grandi di rovere e cemento per un anno
Alcol
13% VOL
Uvaggio
90% Sangiovese 10% Merlot e Malvasia Nera
Formato
0,75 l
Regione
Toscana
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo in famiglia, Un pranzo all’aperto, Una cena tra amici, Una cena in relax, Una cena all'aperto, Serata in giardino tra amici, Grigliata di carne
Temperatura
16-18° C
Decantazione
30 min
Calice
VINI ROSSI MATURI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Carne
Formaggi
Selvaggina
Sensazioni
Il Chianti Classico di Guidi si presenta allo sguardo di un bel colore rosso rubino. Il profilo olfattivo è giocato su seducenti note di frutti di bosco che si intrecciano a sentori di pepe nero, chiodi di garofano e spezie scure. Al sorso, la trama tannica levigata esalta il corpo elegante, mentre riemergono gli aromi fruttati e speziati, sostenuti da da un’intrigante freschezza. Un rosso armonico e di grande piacevolezza questo Chianti Classico di Guidi che non mancherà di conquistare i vostri cuori. A tavola suggeriamo di abbinarlo a primi o secondi piatti a base di selvaggina o carni rosse. Noi lo abbiamo apprezzato con degli ottimi pici al ragù di cinghiale.
Curiosità
Prodotto nel rispetto della tradizione del Chianti Classico, vino che può vantare più di 300 anni di storia. La figura stilizzata in etichetta rappresenta una vecchia chiesina di campagna "San Giorgio allo Spadaio" risaltente al 1184 d.C., che si affaccia sui nostri vigneti.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account