Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Rosso
Fattoria Santo Stefano

Chianti Classico Riserva DOCG "Drugo" 2017

Condividi
Sensi
Sapore
Succo di amarena, macchia mediterranea, chiodi di garofano, terra bagnata, mentolo
Colore
Rosso rubino
Affinamento
Botti di rovere francese
Prezzo speciale 21,50 € Prezzo predefinito 26,90 €
Dettagli
Cantina
Fattoria Santo Stefano
Sapore
Succo di amarena, macchia mediterranea, chiodi di garofano, terra bagnata, mentolo
Annata
2017
Colore
Rosso rubino
Denominazione
Chianti Classico Riserva DOCG
Vitigni
Cabernet Sauvignon, Merlot, Sangiovese
Affinamento
Botti di rovere francese
Alcol
14% VOL
Uvaggio
90% Sangiovese 10% Merlot e Cabernet Sauvignon
Formato
0,75 l
Regione
Toscana
Perfetto per
Un pranzo speciale, Un pranzo in famiglia, Una cena tra amici, Una cena da ricordare, Una grande occasione, Sorprendere gli ospiti, Serata in giardino tra amici, Grigliata di carne
Temperatura
16-18° C
Decantazione
30 min
Calice
VINI ROSSI MATURI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Carne
Formaggi
Selvaggina
Sensazioni
Si presenta nel calice di un colore rubino scuro. Al naso sentre di succo di amarena, macchia mediterranea, chiodi di garofano, terra bagnata, mentolo. Sorso mordido, avvolgente, terroso, con tannini fitti, adeguata acidità, finale tostato e balsamico. La sua grande struttura lo rendono idoneo ad un lungo invecchiamento in bottiglia. Da provare con una bistecca alla fiorentina.
Curiosità
Nasce dalla migliore scelta di uve Sangiovese di un vigneto posto su un pendio collinare detto Querceto. L’esposizione a sud-ovest e la dolce ventilazione consentono una perfetta maturazione delle uve che ad ottobre dopo un’attenta raccolta a mano, da qui il carattere di “Cru”, vengono vinificate in un tino di rovere da 6.000 litri a temperatura controllata. A gennaio, viene posto in botti di rovere media tostatura da 2.500 litri, dove affina per altri due anni; infine, una volta imbottigliato attende per circa 3 mesi la messa in commercio. Il nome Drugo, deriva da un uso ancora invalso nel gergo contadino toscano per indicare l’uomo forte e coraggioso, solitario, dunque, sinonimo di potenza come la forte e indimenticabile personalità di questo vino.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account