Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Bianco
Le Masciare

Coda di Volpe "Settepietre" IGT 2018

Condividi
Sensi
Sapore
Sentori di frutti tropicali e fiori
Colore
Giallo dorato
Affinamento
Acciaio
14,90 €
Dettagli
Cantina
Le Masciare
Sapore
Sentori di frutti tropicali e fiori
Annata
2018
Colore
Giallo dorato
Denominazione
Campania IGT
Vitigni
Coda di Volpe, Fiano
Affinamento
Acciaio
Alcol
13% VOL
Uvaggio
85% Coda di Volpe 15% Fiano
Formato
0,75 l
Regione
Campania
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo all’aperto, Una cena tra amici, Serata in giardino tra amici, Una giornata in riva al mare
Temperatura
8-10° C
Calice
VINI BIANCHI GIOVANI E FRESCHI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Antipasti
Aperitivo
Carne
Crostacei
Formaggi
Pasta
Pesce
Sensazioni
Il colore è di un luminoso giallo dorato, il suo profumo delicato di frutti tropicali e fiori, il gusto è pieno, morbido, fresco e pulito, con acidità vivace e caratterizzato da notevole freschezza e sapidità. Ottimo come aperitivo, accompagna antipasti di mare, minestre, primi delicati, e piatti di pesce, crostacei, risotto ai frutti di mare o ‘funghi porcini’, carni bianche, aragosta , formaggi freschi e piatti di verdure.
Curiosità
Produzione limitata: 1.333 bottiglie all’anno. La prima citazione della Coda di Volpe risale alla seconda metà dell’ottocento, quando Froio la include tra le varietà coltivate in Campania. La Coda di volpe è un vitigno a bacca bianca, tipicamente campano, diffuso solo in ambito regionale. Presente soprattutto in provincia di Benevento, è coltivata in tutte le province della Campania, dove figura tra le varietà raccomandate. La Coda di Volpe, prende il nome dalla forma tipica del grappolo che richiama la coda della Volpe. Come vitigno vinificato in purezza, dà origine all'omonima tipologia monovitigno nell'ambito dei vini a DOP Sannio e nelle sottozone Taburno, Sant'Agata dei Goti, Solopaca e Guardiolo.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account