Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Rosso
Fattoria La Maliosa

La Maliosa Rosso 2018 IGT Toscana Bio Vegan Metodo Corino

vinobiologico
Condividi
Sensi
Sapore
Sentori di amarena e confettura di prugn, note balsamiche e cuoio
Colore
Rosso rubino
Affinamento
Botti di legno per circa 10 mesi
17,00 €
Dettagli
Cantina
Fattoria La Maliosa
Sapore
Sentori di amarena e confettura di prugn, note balsamiche e cuoio
Annata
2018
Colore
Rosso rubino
Denominazione
Toscana Rosso IGT
Vitigni
Cannonau, Ciliegiolo, Sangiovese
Affinamento
Botti di legno per circa 10 mesi
Alcol
14% VOL
Uvaggio
Ciliegiolo, con una presenza piccola di Sangiovese e Cannonau Grigio
Filosofia
Vegan
Formato
0,75 l
Regione
Toscana
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo in famiglia, Una cena tra amici
Temperatura
16-18° C
Decantazione
Da bere subito
Calice
VINI ROSSI GIOVANI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Antipasti
Carne
Formaggi
Pasta
Selvaggina
Sensazioni
Il colore si presenta di un rosso rubino pieno e intenso, impenetrabile. Dichiara la sua struttura già da come si adagia nel calice. Al naso è caldo e avvolgente con la dote aromatica intensa tipica del Ciliegiolo di marasca, amarena e confettura di prugna affiancate ad una balsamicità gentile di macchia mediterranea e da un aspetto terziario celato sul finire che aggiunge cuoio, incenso e lacca, a completare un profilo intenso ed equilibrato. In bocca è strutturato, caldo, complesso e sorprendente. Inonda il palato con presenza ematica composta da intensità minerale e rotondità estrattiva, già di per loro in equilibrio e che reagiscono a loro volta con il legno e l'ossigeno a rendere il vino complesso e persistente. Il tannino è presente e ben affinato, mai troppo stridente. La lunga macerazione dona una dinamicità emozionante e duratura nel tempo. Suggeriamo in abbinamento a paste all'uovo ben condite, anche con ragù; zuppe autunnali con funghi e ritagli di carni grasse; formaggi di pecora a stagionatura anche lunga e con carni arrosto sia bianche che rosse saporite; ottimo in accompagnamento alla selvaggina anche in ricette elaborate; salumi ben stagionati.
Curiosità
Consigliamo di arieggiare il vino per qualche minuto prima del suo assaggio. Non usando né in vigna né in cantina alcun prodotto di origine animale, il vino La Maliosa è indicato anche per chi osserva una dieta vegetariana e vegana. I vigneti sono situati tra ca 300 e 320 m.s.l.m, di età tra i 60 e i 10 anni con un insieme di vitigni italici e maremmani storici. Nella parte dedicata ai vitigni a bacca rossa vi è prevalenza di Ciliegiolo e a seguire popolazioni di Sangiovese, sono anche presenti vitigni rossi minori come il Cannonau grigio. Il 2018 è stata complessivamente una annata ‘anomala’ per due fattori: eccesso prolungato di umidità durante l’intero ciclo vegetativo e mancanza di periodi prolungati di caldo; la vigna ha mostrato un certo anticipo in tutte le sue fasi fenologiche, compresa la maturazione. Le cure colturali sono realizzate secondo il Metodo Corino, una biodinamica esclusivamente vegetale, con particolare attenzione alla qualità del terreno ed alla longevità delle piante, anche attraverso pacciamature con fieno prodotto in azienda. La vegetazione delle vigne è sistemata ai tutori senza cimature e cercando di prolungare l’attività fogliare fino a tarda stagione.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account