Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Rosso
Tenuta Foresta

Piemonte DOC Grignolino 2019

Condividi
Sensi
Sapore
Melagrana, arancia tarocco, geranio, curry, polvere da sparo
Colore
Rosso porpora
Affinamento
5 mesi su feccia fine in acciaio (Grignolino) e 4 mesi in barrique di 2° e 3° passaggio (Barbera)
10,90 €
Dettagli
Cantina
Tenuta Foresta
Sapore
Melagrana, arancia tarocco, geranio, curry, polvere da sparo
Annata
2019
Colore
Rosso porpora
Denominazione
Piemonte DOC
Vitigni
Albarossa, Barbera, Grignolino
Affinamento
5 mesi su feccia fine in acciaio (Grignolino) e 4 mesi in barrique di 2° e 3° passaggio (Barbera)
Alcol
13% VOL
Uvaggio
80% Grignolino 19% Barbera 1%Albarossa
Formato
0,75 l
Regione
Piemonte
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo all’aperto, Una cena tra amici, Una cena in relax, Una cena all'aperto, Serata in giardino tra amici
Temperatura
16-18° C
Decantazione
Da bere subito
Calice
VINI ROSSI GIOVANI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Carne
Sensazioni
Prodotte 1764 bottiglie numerate. Si presenta nel calice di un colore rosso porpora luminoso. Al naso sentori di melagrana, arancia tarocco, geranio, curry, polvere da sparo. Sorso caldo, intenso, minerale con precisi richiami olfattivi. Da provare con il tacchino ripieno.
Curiosità
La tecnologia “fauxrouge” (’rosso falso’) permette a creare vini leggeri, fragranti e beverini. L’obiettivo principale è ridurre il contenuto di tannini senza però perdere la complessità del vino. La maggior parte delle uve (80-85%) fa una breve macerazione e poi viene fermentata senza bucce. La parte rimanente viene fermantata ‘in rosso’ e affinata in legno. I risultati sono ancora più interessanti quando la parte «rossa vera» fa almeno un anno di invecchiamento e poi viene aggiunta nel vino nuovo nei limiti di 15% del taglio finale, consentiti dalla legge. Le due parti vengono unite un mese prima dell’imbottigliamento. Il vino non è stato filtrato per questo qualche traccia di deposito di fecce fini può essere incontrata in alcune bottiglie, che comunque non incide sulle qualità organolettiche dei vino. L’ etichetta è un lavoro di Kiko Perotti, un artista veronese, la cui passione per la natura lo ha portato in giro per il mondo, dai Parchi Nazionali Americani al suo amato Himalaya. Ama dipingere fiori, uccelli ed animali e attinge alla sua ricchezza di esperienza e tecniche per catturare la loro bellezza in ritratti mozzafiato. Il fiore è un papavero, che si può trovare nelle loro vigne in primavera.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account