Questo sito utilizza i cookie per offrire tutte le sue funzionalità. Cliccando su accetto, acconsenti al loro utilizzo secondo la nostra cookie policy - Leggi di più - Acconsento
Bianco
Chiusa Grande

Trebbiano d'Abruzzo DOC "In Pietra" 2019

vinobiologico
Condividi
Sensi
Sapore
Sentori di susina matura, frutta tropicale, erbe aromatiche, fiori di lavanda e mandorla fresca
Colore
Giallo paglierino
Affinamento
Fermentazione in pietra - Segue affinamento in contenitori di acciaio lasciati a contatto con le fecce fini per 60 giorni
25,90 €
Dettagli
Cantina
Chiusa Grande
Sapore
Sentori di susina matura, frutta tropicale, erbe aromatiche, fiori di lavanda e mandorla fresca
Annata
2019
Colore
Giallo paglierino
Denominazione
Trebbiano d'Abruzzo DOC
Vitigni
Pecorino, Trebbiano
Affinamento
Fermentazione in pietra - Segue affinamento in contenitori di acciaio lasciati a contatto con le fecce fini per 60 giorni
Alcol
12% VOL
Uvaggio
85% Trebbiano 15% Pecorino
Filosofia
Biologico
Formato
0,75 l
Regione
Abruzzo
Perfetto per
Un pranzo tra amici, Un pranzo speciale, Un pranzo in famiglia, Un pranzo all’aperto, Una cena tra amici, Una grande occasione, Sorprendere gli ospiti, Serata in giardino tra amici, Una giornata in riva al mare
Temperatura
10-12° C
Decantazione
Da bere subito
Calice
VINI BIANCHI GIOVANI E FRESCHI
Info legali
Contiene solfiti

Il piatto Perfetto

Faggiano in umido con funghi

Abbinamenti

Formaggi
Pesce
Sensazioni
Si presenta nel calice di un colore giallo paglierino con riflessi oro. Al naso sentori di susina matura, frutta tropicale, erbe aromatiche, fiori di lavanda e mandorla fresca. Sorso dalla struttura morbida e fresca, gustosamente sapido nel finale. Si abbina ottimamente a pietanze di pesce e formaggi di media stagionatura. Da provare con i ravioli di cernia in salsa di mandorle.
Curiosità
Prodotte 3000 bottiglie. Conservare a 8/10° tenendo la bottiglia coricata. La vinificazione avviene nel rispetto della tradizione. Le uve del Trebbiano, dopo la diraspatura e pigiatura, sono state messe in vasche di pietra di varie capacità e forma geometrica, dove il mosto è stato a contatto con le bucce per circa 12 ore. Successivamente il mosto è stato separato dalle bucce, sottoposte a pressatura soffice. Tutto il mosto ottenuto è stato fatto fermentare nelle stesse vasche di pietra. La fermentazione è stata condotta ad una temperatura controllata di circa 20-22°C. Il Pecorino, dopo la diraspatura e pigiatura, è stato fatto fermentare a contatto con le bucce ad una temperatura controllata di circa 15°C per favorire l’estrazione degli aromi contenuti sulle bucce. Terminata la fermentazione alcolica i vini vengono travasati in contenitori di acciaio e lasciati a contatto con le fecce fini per 60 giorni. Durante tale periodo si eseguono ripetuti batonnage e, successivamente, solo al completamento della fermentazione malo-lattica, si eseguono ripetuti travasi fino ad ottenere la naturale stabilità e limpidezza. Tutte le operazioni di cantina ed imbottigliamento vengono eseguite con la massima attenzione avendo cura di rispettare i naturali processi di evoluzione e maturazione. In tutte le fasi della vinificazione ed imbottigliamento, per garantire e tutelare la genuinità e la salubrità del prodotto, vengono rispettate le regole previste dai disciplinari per la produzione dei vini biologici.
Write Your Own Rasdsadsdeview
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account